Quattro chiacchiere con Alessandra Pirola Baietta

28 Novembre 2021

Romantica, determinata, creativa. E con un profondo amore per le tradizioni. Alessandra Pirola Baietta è un’affermata professionista nel wedding planning e nell’organizzazione di eventi, da oltre 10 anni nel settore, che vanta collaborazioni con i migliori fornitori in Italia.

alessandra pirola wedding planner milano
in foto Alessandra Pirola Baietta

Nel mio lavoro di stilista amo sempre confrontarmi, trovare un altro punto di vista, osservare attraverso gli occhi degli altri ciò che faccio. Per questo incontrare persone stimolanti e dialogare scambiandosi idee e suggerimenti è qualcosa di indispensabile per me. A tal proposito l’incontro con Alessandra Pirola Baietta è uno di quelli che lasciano il segno. Una donna di grande vitalità, che fa trasparire tutto l’entusiasmo per il suo lavoro di wedding planner con base a Milano, che affronta con grande determinazione e creatività.

Ci seguivamo su Instagram e in occasione del trunk show della collezione RIFLESSI 2022 a Milano, presso l’Atelier Scenari Sposa, abbiamo avuto la possibilità di parlarci di persona. Ci siamo sentite nei giorni successivi ripromettendoci di fare qualcosa insieme e questo articolo magari è solo il punto di partenza di altre collaborazioni che mi auguro condivideremo.

Alessandra ha una formazione professionale pluriennale di alto livello ed è una delle wedding planner più in vista a Milano, con una crescita costante che le ha permesso di realizzare matrimoni in tutta Italia, diversificando le proprie proposte e il concept del matrimonio in base al territorio. Nell’augurarle di realizzare presto un matrimonio da sogno in Sicilia; ecco qui sotto una breve chiacchierata da cui è venuta fuori la sua idea di sicilianità e il suo stile.

Se dico Sicilia cosa pensi? Qual è il luogo dell’isola che ti ha colpita di più o che porti nel cuore? o se non sei ancora stata che ti ispira e vorresti visitare?

Se tu dici Sicilia, a me si scalda il cuore, sorrido come se il sole inconfondibile della tua terra potesse scaldarmi il viso. Della tua isola, cara Morena, ho solo vissuto le piccole isole, meravigliose. Ricordo i profumi, gli odori, i sapori e i colori. Un luogo che desidero visitare è Ortigia, ma anche la Valle dei Templi merita ben più di una visita.

Un matrimonio in stile siciliano cosa significa per te?

In ogni nostro matrimonio mi piace che i luoghi si fondano nell’evento e siano da esso rappresentati e celebrati. Rispettare la territorialità è il primo segreto per un matrimonio autentico. Ogni regione d’Italia ha le proprie tradizioni, la propria storia intessuta di consuetudini, usi e costumi e che, a parer mio, è un privilegio poter onorare. Il matrimonio in Sicilia è un viaggio nella cultura dei luoghi e non di meno dei sapori che richiamano ricchi banchetti luculliani. Penso a Taormina, ma anche alle città come Noto, Messina, Palermo e Ragusa, veri patrimoni d’arte e bellezza. E poi la natura, magnifica e generosa: i fichi d’india, gli agrumi, le mandorle…

Cosa pensi della nuova collezione Riflessi e qual è la tua idea rispetto alla connessione tra sposa e abito?

La tua collezione mi ha molto colpito per la ricercatezza dei tessuti, è davvero sorprendente. Esiste quella connessione tra abito e sposa. Ogni sposa infatti appartiene all’abito che sceglie e ogni abito alla sua sposa, almeno per me. L’abito che racconta di lei da bambina, del suo sogno di sposa, non solo fortunatamente legato alle immagini principesche. Il giorno del matrimonio, la sposa deve essere, senza dubbio alcuno, la miglior versione di se stessa, senza forzature, ostentazioni e travestimenti.

Cosa rende secondo te una sposa “elegante”?

Assolutamente la semplicità che certo non significa banalità o mediocrità, ma tutt’altro. Nulla deve essere ostentato e nulla deve mancare. Gli eccessi, di ogni natura, sono ciò che più si discostano dall’immagine di una donna raffinata e con grazia.

alessandra pirola wedding planner
Alessandra al lavoro durante un suo evento

Qual è il momento del giorno del matrimonio che preferisci? E di quel momento qual è la prima canzone che ti viene in mente per raccontare un tuo matrimonio? 

Il momento del giorno del matrimonio che preferisco è quando a cerimonia ultimata e prima che abbia inizio il ricevimento, concedo agli sposi di guardarsi per non perdersi, spesso le coppie (non le mie) arrivano a fine giornata senza essere mai stati 10 minuti da soli, senza essersi guardati davvero negli occhi. La canzone è sicuramente Gabriel’s Oboe di Morricone.

qui sotto trovate tutti contatti di Alessandra Pirola Baietta

Il nostro sito utilizza cookie tecnici per poter funzionare adeguatamente ed essi sono gli unici obbligatori. Puoi scegliere se mantenere attivi i cookie di profilazione che ci aiutano a migliorare i nostri servizi oppure disabilitarli. Nella nostra informativa privacy puoi trovare maggiori informazioni su come trattiamo i tuoi dati. L’unica certezza è che non li condivideremo con altri, né a fini commerciali né per altri utilizzi che possano ledere la tua privacy.